Rarefatti Amplificati – Mystic Gallery Show – Acrobazie Verticali, Trapezio e Tuffo Avvitato in un Bicchiere d’Assenzio – Altri Impossibili Spettacoli – Realtà è l’Impensabile… (Una Spiegazione: Una Volta per Tutti e per Nessuno)

(Una Spiegazione: Una Volta per Tutti e per Nessuno) Prima Parte.

La preghiera è femmina, sente il tempo e lo scandisce. Due sono i motivi che possono spingere questo rosario nel suo dipanarsi: l’urgenza oppure il tedio.
Il lavoro è sulle strutture. Solitudine e incomprensione sono elevate a categorie del pensiero, grandi laghi dell’esistenza. Del soggetto affiorano brevi barlumi, qualche invettiva, molte menzogne; dall’abbandono spirituale evadono toccanti ricordi dell’infanzia o di mondi da sempre perduti. Tutto è scritto e detto per essere finalmente dimenticato, liberato dal ricordo malinconico, sottratto a qualsiasi storia. La voce non narra, tenta di far rifiorire un senso nei sognanti giardini della musica. Lo spettacolo è volutamente sprogettato, non gratificante, tristemente imbarazzante. Paga un pegno al dolore, sfida la vita: è meraviglia e religione.
La scrittura è accettata, in partenza, in tutta la sua imperfezione: è residuale, esasperata, barocca, debordante. L’autore, presente, legge i propri scritti adattandoli, modificandoli in base alle esigenze della situazione, alle sensazioni del momento e allo scorrere delle musiche. Meglio: l’autore, allontanato de sé e ormai immemore della stesura dei testi, per nulla partecipe delle ragioni della scrittura, ripete la propria opera per esorcizzarla. Nel colmo imbarazzo, ripercorre la memoria nel tentativo impossibile di negarla, per levarle quella punta di vita, che frigge, che stride, che non lascia un’uscita.
Si tratta quindi di canto purificante, estasiante. Una preghiera, un coro, per quanto stonati o incomprensibili, non possono fermarsi: pena l’invalidazione. Una messa a metà non è nulla. Lo spettacolo, per questo, non conosce pause. Una luce si può spegnere, un microfono si può rompere, gli spettatori annoiati possono abbandonare la stanza e tutti gli strumenti si possono scordare ma la lettura non si può fermare, deve continuare. D’altronde siete liberi d’andare, non dovete restare; io devo, piango e mi lego: per questo non ringrazio, prego. Nessun esercizio di dizione, nessuna professione di teatrante, nessuno studio dei meccanismi spettacolari – accattivanti per definizione: prigione dell’essenza – aiuteranno lo svolgersi della performance. Una litania cerca la condivisione dopo l’estenuazione, trova l’ipnosi e il sogno dopo il duro lavoro. Non è democratica: sarà comunitaria e mistica, animale, anche aristocratica, ma non sarà mai democratica!
Questa preghiera non ha un titolo stabilito. Si può chiamare come crede, di volta in volta. Titoli finora maturati sul campo o semplicemente di successione aristocratica-ereditaria sono: Rarefatti Amplificati, Mystic Gallery Show, Acrobazie Verticali Trapezio e Tuffo Avvitato in un Bicchiere d’Assenzio, Altri Impossibili Spettacoli, Realtà è l’Impensabile
Questa messa si serve di musiche composte appositamente e suonate da Diego Razza e, durante lo svolgimento, si apre spesso all’improvvisazione. Nonostante ciò, potrebbe avvalersi di strumenti della tradizione popolare, di semplici percussioni, di campane oppure di cori e orchestra. Potrebbe addirittura non essere suonata, ma cantata. Diego Razza ne sarebbe comunque e sempre il direttore musicale.
È una messa itinerante e per questo motivo si è finora spostata in bar di piccoli paesi, in locali notturni di città, in gallerie d’arte. Non disdegnerebbe, comunque, la strada, i palchi, le manifestazioni di piazza, i ristoranti, le aie e i grandi teatri d’opera e di prosa. Si tratta di una riflessione sul linguaggio e sull’esistenza, pertanto non possiede ideologie. È, tuttavia, pronta ad abbracciare la vostra idea, qualunque essa sia. Unica limitazione: deve restare pura nei propri intenti e i testi devono essere scritti, anche nella prossima vita, da Ivan Fassio.

Ivan Fassio

Annunci

3 Responses to Rarefatti Amplificati – Mystic Gallery Show – Acrobazie Verticali, Trapezio e Tuffo Avvitato in un Bicchiere d’Assenzio – Altri Impossibili Spettacoli – Realtà è l’Impensabile… (Una Spiegazione: Una Volta per Tutti e per Nessuno)

  1. Biz ha detto:

    Credo che anche nelle vite precedenti i testi fossero di Ivan Fassio. O almeno così mi sembra di ricordare.

  2. belacqua ha detto:

    sì, ma erano prematuri…

  3. memorecoma ha detto:

    Ottimo! Più chiaro di così…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: