I)

Il giardino dietro casa,
Un angusto ripostiglio,
La finestra sigillata
Della sala abbandonata.
Una lettera illustrata
Ed un biglietto: immagine slavata, chiara,
Slacciata dai concetti.
Ne prendi atto e riproduci
Ciò che vedi come vero,
Abbandoni il tuo pensiero
Che rimane nei colori.
 
II)
 
Strutture di memoria
– Saldate sui momenti
Di ritorno dell’infanzia –
Poggiano sui sensi
Per accogliere,
Innocenti, un’unità.
Pensare impalcature
E’ immaginarne desideri
Di torbida materia, scale ragnatele,
Incerti calcinacci.
Ricordare un panorama
E’ rientrare con un passo
Nel giorno più piovoso,
Densa schiuma di città
T’annacqua già lo sguardo.
Le finestre che osservavi
Nella sera, eran tutto sciogliersi di luci,
Un intonaco scrostato le rendeva
Più concrete, e deludeva:
Inventavi allora un buon ricordo
E fondevi le illusioni, dipingevi.

Ivan Fassio

Annunci

3 Responses to

  1. Von Klaus ha detto:

    Meraviglia delle meraviglie,finalmente sento dal vero il TeRRRRRRibile Ivan Fassio ad Agliano Terme, e mi dico:
    meraviglia del MARAVIGLIOSO !, tò guarda ancora c’è qualcosa e qualcuno.
    Grazie e BRAVI !

  2. Ivan ha detto:

    CIAO, grazie, la seconda di queste è la poesia per i tuoi quadri sul catalogo..
    saluti,
    ivan

  3. Riccardo ha detto:

    Ben riuscita l’immagine della luce e dei muri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: