Per le possibilità che offre

Nei migliori dei casi o nei peggiori

Ad ognuno o a chiunque,

Questa vita

Soggettivamente non dovrebbe

Essere vissuta,

Oggettivamente non potrebbe.

Per ogni più alta giustizia,

Se possibile,

Oggettivamente non dovrebbe,

Soggettivamente non potrebbe

Essere vissuta.

Ivan Fassio

Annunci

6 Responses to

  1. Riccardo ha detto:

    Mi piace. Dagli un titolo.
    Te ne mando qualcuna delle mie. GIuro.

    Idea per un progetto: raggruppare testi e fare un’antologia collettiva con più autori.

    Ciao a presto

  2. Riccardo ha detto:

    Soggettiva oggettività?

  3. belacqua ha detto:

    Grazie dei commenti e dei consigli sul blog, noi saremo stasera a Torino, allo Studio Mars in Via Tiziano 35 per spettacolo e mostra di Memeo, domenica 13 saremo ad Agliano per spettacolo e mostra di scuola di pittura Alfierando..
    Se domenica riesci a passare portami un po’ di scritti, possiamo iniziare a buttare giù qualche idea.. Ti ho mandato gli inviti su Facebook..

    Grazie
    Ivan

  4. Riccardo ha detto:

    COLD SO COLD
    (Freddo così freddo)

    Freddo come la vita che attraversi
    Come il caldo che gela il corpo
    Il freddo del mio sguardo non mente
    Giace sotto la neve spessa che cade
    Seppellisce un uomo che ha finito
    Di non essere un essere mai nato.

    Attendo la pioggia eterna che cada
    Che uccida l’uomo freddo di paura
    Il terrore afferra il timore nascosto
    Sotto la terra che muore nel freddo
    Assassino di vento pietra vetro
    Di un autore ignoto già nato

    Freddo come il volto che incontri
    Come la voce che cade e implora
    Il ghiaccio del giorno bianco e grigio
    Assicura anni di vuoti presagi
    Dimentica l’uomo che sognava
    Di essere un nuovo essere formato

  5. Riccardo ha detto:

    WASTED MAN
    (Un uomo sprecato)

    ………qualcosa,
    qualcosa è penetrato nella mia casa
    è diverso dall’uomo che osservo è umano
    ma non ha il volto del tuo aspetto
    è seduto ed attende tutti passare

    ………qualcuno,
    qualcuno rimane solo con me da solo
    la mia casa diventa morte dell’uomo
    ma tu non puoi portarmi altrove
    è quello che chiamo solitudine

    Qualche volta sembra di morire
    La vita svanisce ma nulla appare
    Non mi lasciare adesso solo ora
    Io mai con te, come te mai più

    Qualche parte per non essere
    L’aspetto muta ma tutto ritorna
    Non aspetto ancora il solito giorno
    Non sarò con te a vedermi………..

    …qualcuno,
    entità viva o dannata
    attendimi oltre l’eterno
    ricordo e poi rendimi

    Non diventare.

  6. Von Klaus ha detto:

    Porc! OrcK !
    funne allo sbaraglio,
    ora Vi becco
    lo giuro se non è inganno,
    la prendo la spezzo
    e poi le satanasso il bacino,
    Casso mà fregato!
    è un origamo.
    Cari, la poesia a me fà brutti scherzi, meglio che dico cavolate.
    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: